FATTI

Il futuro dei paesi arabi
passa anche dal cinema

nicola lofoco

L’importanza del ruolo del cinema, nella descrizione quanto nella comprensione della realtà, non può essere certamente...

Malato terminale? No, il giornalismo
in Italia ha un futuro

ilfoglio.it (*)

di giovanni battistuzzi
Da anni si annuncia la scomparsa dei giornali e del metodo tradizionale del fare giornalismo....

E' "accordo strategico"
fra editori italiani e Google

La Federazione italiana editori giornali e Google annunciano un accordo strategico di collaborazione per promuovere un approccio innovativo...

Senza giornali ma piene di souvenir:
lo scandalo-edicole a Venezia

nuovavenezia.gelocal.it (*)

Cappellini, maschere, borse, cianfrusaglie. E un volume sempre più grande, che oscura i monumenti e la pubblica via...

I giornali dalla Rete in Tv
la "lezione" dell'Edicola Fiore

ilfoglio.it (*)

di gianmaria tammaro
Nella semplificazione del linguaggio, Edicola Fiore – che dura circa 30 minuti – riesce...

Piero Ottone, a 92 anni
tra passato e presente

da corriere.it (*)

di antonio ferrari
A vederlo seduto sul sofà, lo sguardo attento che scruta i suoi colleghi e che, per qualche...

La crisi dei giornali?
E' appunto dei giornali

wired.it (*)

di federico ferrazza
Negli ultimi giorni ho assistito e partecipato a due discussioni sul giornalismo. Una al Wired...

I "casi" Maniaci e Giacchetto
due paradigmi dell’editoria in Sicilia

isiciliani.it (*)

I piccioli, i soldi, arrivano dalla pubblicità. Lo sanno bene gli editori, grandi e piccoli. E lo sanno benissimo gli ex editori...

E a Brescia l'edicola potrà
vendere bibite e alimenti

giornaledibrescia.it (*)

Novità in arrivo per edicole e rivenditori di giornali. Il nostro è stato il primo Comune a stabilire un riordino del sistema...

Parla Lercio.it: "Ma sul web
non si può più scherzare..."

da lettera43.it (*)

di andrea prada bianchi
La genialità, spesso, è nelle cose più semplici. Dietro alla frase ''Scamarcio ritrovato vivo ...

Marocco, giornali in crisi?
"Vietarne la lettura al bar"

Leggere il giornale al bar sarà vietato. Così pure nelle biblioteche, nelle hall degli alberghi e, forse addirittura, nelle scuole. La Federazikone marocchina...

analisi

COME PARLARE
DEL FUTURO
DEI GIORNALI
DI CARTA,
DI FATTO
PER NEGARLO

BEPPE LOPEZ

Perché, per rispondere alla domanda "Ha un futuro il giornale di carta?", la Repubblica invita a parlarne il direttore di Internazionale Giovanni De Mauro e il direttore di Origami Cesare Martinetti, vale a dire due pregevoli testate di carta che però hanno contenuti che indubbiamente si possono gestire e leggere anche su una testata on line? E perché lo stesso Mario Calabresi afferma che il giornale di carta ha un futuro e certamente un presente solo se approfondisce e spiega gli avvenimenti, come se su una testata online non si possa approfondire e spiegare? Se si ascolta con attenzione e rispetto l'interessante dibattito, si può facilmente rilevare che non uno dei ragionamenti e non una delle affermazioni dei tre autorevoli colleghi costituisce in una qualche maniera elemento a supporto della insostituibilità del giornale e del giornalismo di carta rispetto a quello on line. In considerazione del fatto che ci sono certamente altri argomenti per sostenere che il giornale di carta ha ancora un presente e forse anche un futuro - come ritiene con convinzione anche chi scrive - nel caso della iniziativa di RepIdee sembra quasi di essere di fronte ad un episodio di eterogenesi dei fini, cioé di conseguenze non intenzionali di azioni intenzionali. Senza volerlo, si porta acqua al mulino di chi sostiene - come si dice correntemente, come si dà generalmente per scontato e come in molti temono – che i giornali non abbiano un futuro e, già oggi, siano praticamente degli zombies ...