Teatrino

Primissime dal teatrino

MORGAN dei BLUVERTIGO

“E’ stata un’occasione persa da Sanremo e da tutti i media: se vogliono altra musica ascoltino quella… Non siamo soltanto un gruppo rock. Su quel palco abbiamo portato anche stile, umorismo e discorsi”.

(il leader della band milanese commenta la loro esclusione dalla gara al Festival di Sanremo, Corriere della Sera, 14 febbraio 2016

PAOLA MASSIDDA

Non esita a definirsi, al pari dei compagni di viaggio, "inesperta e non competente", condizione che reputa "necessaria per proporsi alla gestione della cosa pubblica"...
 
(La candidata del M5S a sindaco di Carbonia, L'Unione Sarda, 26 maggio 2016)
 

 

ANTONIO RAZZI

"Ho appena inciso una canzone... Dice: 'chiedo solo un rimborso spese per arrivare alla fine del mese'... Dentro poi ci sono anche le mie frasi classiche: 'Te lo dico da amico, fatte li cazzi tua'... Faremo anche un video, ma il mio vero obiettivo è andare ospite a Sanremo".

(il senatore di Forza Italia alla trasmissione La Zanzara, Rai24, 4 dicembre 2014)

GIAMPIERO MUGHINI

"Sono esterrefatto dell’abbrutimento intellettuale cui è precipitata la politica italiana al tempo dei tweet e di Facebook".

(il giornalista che da decenni contribuisce da protagonista ai più demenziali pollai televisivi, a proposito di di alcune gaffes pronunciate dal leader del Movimento Cinque Strelle Luigi Di Maio, Dagospia.com, 14 settembre 2016)

RONDOLINO pro RENZI

“Ma quant'è fico, potente, autentico @matteorenzi quando s'incazza. #direzionePd”.

(Fabrizio Rondolino, giornalista, ex-collaboratore di D'Alema, Twitter, 4 luglio 2016)

BEPPE GRILLO

"Occorre intendersi su cosa sia una democrazia, perché una democrazia senza regole non è una democrazia. Noi abbiamo le nostre. Io sono il garante e le faccio rispettare. Chi non è d’accordo si faccia un altro partito".

(il fondatore del Movimento 5 Stelle, dai giornali del 21 marzo 2017)

GINEVRA BOMPIANI

Nottetempo? «Un editore indipendente, vintage, che ha raccolto l'eredità dei grandi editori del passato». La fusione di due tradizioni illustri come quelle di Bompiani e di Einaudi... «Roberta Einaudi e io siamo amiche da quando avevamo due anni. Fondando Nottetempo a tutto pensavamo tranne che al matrimonio Bompiani-Einaudi. Ce l'hanno fatto notare i giornalisti e abbiamo detto: toh, è proprio vero!».

(la scrittrice ed editrice, figlia di Valentino, fondatore della casa editrice Bompiani, e fondatrice della casa editrice Nottetempo insieme a Roberta Einaudi, nipote di Giulio Einaudi, fondatore della casa editrice Einaudi, dal Corriere della Sera, 2 ottobre 2015)

LAURA CESARETTI

“Zagrebelsky niente?”

(alla cronista de Il Giornale, su Twitter, “le posizioni del giurista morto a Roma in merito al referendum del 4 dicembre risultano indigeribili a tal punto da domandare in via retorica se la medesima sorte non sia toccata anche al presidente emerito della Corte Costituzionale, anch'egli reo di essersi schierato contro la riforma costituzionale”, Il Fatto Quotidiano, 24 giugno 2017)

MONICA MAGGIONI

“Vedere Fazio su un’altra emittente avrebbe comportato uno scossone al quale non so se la Rai avrebbe retto in termini di sistema”.

(la presidente del Cda del serviozio pubblico radiotelevisivo a proposito del controverso contratto da 2,8 milioni l'anno, per quattro anni, garantito al conduttore Fabio Fazio per evitare che passasse alla concorrenza, La Verità, 28 giugno 2017)